giu
5
2014

5 giugno Giornata Mondiale dell'Ambiente 2014

giornata mondiale ambiente 2014

Ogni anno il 5 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale dell’Ambiente (W.E.D. World Enviroment Day), istituita dall’O.N.U. per ricordare la Conferenza di Stoccolma sull’Ambiente Umano del 1972, nel corso della quale prese forma il Programma Ambiente delle Nazioni Unite (U.N.E.P. United Nations Environment Programme). Un’occasione per fare il punto sulle grandi emergenze allo scopo di sensibilizzare quante più persone sui problemi ambientali e favorire l’attenzione e l’azione dei governi in merito ad essi.Ogni anno, l’UNEP individua un tema, quello designato per l’edizione 2014 della Giornata Mondiale dell’Ambiente è “Raise Your Voice Not The Sea Level” (“Alza la tua voce non il livello del mare”), coerentemente con la designazione da parte dell’ONU del 2014 come Anno Internazionale dei piccoli Stati insulari (SIDS) in via di sviluppo, mentre il Paese ospitante, di conseguenza, sono le isole Barbados, emblematiche del rischio corso dalle piccole isole di venire sommerse dal mare.

Per tutte queste ragioni il Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon esorta tutti a riflettere sulla condizione dei piccoli Stati insulari e a prendere ispirazione dai loro sforzi per affrontare il cambiamento climatico, rafforzare la loro capacità di ripresa e lavorare per un futuro sostenibile. “Alza la voce, non il livello del mare. Il Pianeta Terra è la nostra isola condivisa. Uniamo le nostre forze per proteggerla.”

Ifoodshare è lotta allo spreco alimentare per un futuro sostenibile del nostro Pianeta Terra e dei suoi abitanti.

 

mag
23
2013

Ifoodshare è condivisione, è partecipazione solidale nel settore dell’alimentazione umana.

il vento africano che sta soffiando a Sud ci ricorda quanto siamo vicini quanto possiamo condividere e quanto la natura ci fa sentire vicini gli uni gli altri...nei momenti di crisi i popoli lottando, inventano e scoprono nuove forma di condivisione...
IFOODSHARE.ORG il primo web di condivisione on line di cibo in eccedenza...registrati come volontario, donatore e offri il surplus prodotto dalla tua attività (bar, panificio, ristorazione, supermarket) a scopi solidali...contattaci tramite ifoodshare.org o al nostro numero dedicato.
Insieme possiamo attivare le reti di recupero in ogni territorio.
Dal sud non possiamo soffiare questo vento d'Africa a Nord ma possiamo inviarvi delle note dolci dal sapore d'Africa

Grazie a tutti

staff ifoodshare.org 
http://www.youtube.com/watch?v=MTeT9edYgk0

 

mag
17
2013

Ifoodshare e Coworking Palermo 18 maggio. Mettere in comune per combattere impoverimento e precarietà.

I foodshare partecipa per la prima volta a una manifestazione pubblica con la rete di Palermo Cowork per un meeting dedicato alle politiche di sostenibilità e sviluppo territoriale. Veniteci a trovare presso il nostro stand giorno 18 Maggio presso i Cantieri la Zisa di Palermo.

Mettere in comune per combattere impoverimento e precarietà. 18 Maggio Palermo 

Mettere in comune beni materiali, spazi, tempo e competenze può essere oggi una risposta concreta all’impoverimento, alla crisi, alla precarizzazione? E se si, come?

Sono queste alcune delle domande alle quali il Consiglio d’Europa – Divisione Coesione Sociale, Ricerca e Previsioni sta cercando di rispondere con i progetti SPIRAL e RESPONDING TOGETHER.

L’obiettivo è  agevolare la creazione di percorsi comuni tra cittadinanza e istituzioni pubbliche per legittimare, valorizzare e sperimentare pratiche collaborative, messa in comune di risorse, lotta allo spreco.

In questo percorso si inserisce l’organizzazione a Palermo dell’iniziativa patrocinata dal Comune di Palermo “METTERE IN COMUNE per combattere impoverimento e precarietà. Pratiche di cittadinanza e amministrazioni a confronto” promosso dal Consiglio d’Europa con la collaborazione di CLAC e Re Federico Coworking.

Il 17 maggio nel pomeriggio si discuterà e il 18 maggio tutto il giorno, ai Cantieri Culturali alla Zisa, si lavorerà in workshop cui prenderanno parte cittadini che praticano la messa in comune di beni e risorse insieme con le istituzioni territoriali (Comuni e Regione).

Il progetto METTERE IN COMUNE mira a legittimare e valorizzare quelle azioni concrete e quelle pratiche innovative che diventano impegno comune, in differenti contesti e in diversi campi d’azione, per affrontare  la precarizzazione economica ed esistenziale in aumento.

A partire dall’individuazione, dalla mappatura e dall’incontro di alcune realtà che stanno sperimentando, ad esempio, forme di co-gestione di spazi, co-produzione o condivisione di beni materiali e immateriali, scambio di conoscenze e servizi, modalità innovative di mutualismo e attivazione democratica, ecc., il progetto vuole costruire un momento di confronto di queste esperienze tra loro e con le differenti amministrazioni del territorio, con lo scopo di implementarle, legittimarle e renderle riproducibili.

Fonte: ifoodshare.org

 

Month List

Tag cloud