feb
25
2013

"Per risparmiare energia basta non sprecare il cibo"

 

 

Un modo ‘indolore’ (per l’economia) di ottenere un immenso risparmio di energia? Un gruppo di scienziati dell'Università del Texas di Austin  lo ha individuato nel cibo. La loro conclusione è che se gli Usa smettessero di sprecarlo potrebbero risparmiare circa 350 milioni di barili di petrolio all’anno. Senza spendere un soldo e senza rinunciare alla qualità della vita.

Gli studiosi hanno infatti calcolato che ci vogliono l’equivalente di circa 1,4 miliardi di barili di petrolio per produrre, confezionare, preparare, conservare e distribuire una quantità di cibo pari a quella prodotta in un anno negli Stati Uniti. Tutte operazioni che, naturalmente, richiedono una montagna di energia: le stime indicano tra l’8 e il 16 per cento dell’energia consumata negli Usa è stata assorbita dall’industria del cibo nel 2007. Secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, quasi un terzo del cibo (27 per cento) prodotto viene sprecato. Questo spreco si è tradotto in circa 2 milioni di miliardi di Btu (British thermal unit) di energia dilapidata nel 2007, pari a circa 350 milioni di barili di petrolio, il che rappresenta circa il 2 per cento del consumo annuo di energia negli Stati Uniti.


Morale: basta smettere di sprecare cibo per ottenere un risparmio significativo nei consumi di energia e nella produzione dei gas che mandano in tilt il clima.

Fonte : zeroemission.eu

 

Month List

Tag cloud